Redazionali

Como Acqua pianta anche gli alberi nel parco Spina Verde

Un nuovo vivaio metterà radici grazie alla Società comasca che gestisce il Servizio Idrico Integrato della Provincia di Como

In vista del 21 novembre, Giornata Nazionale degli Alberi, viene annunciato da Como Acqua l’avvio del progetto di piantumazione che vedrà la messa a dimora di 150 specie arboree autoctone che prossimamente andranno a creare un vivaio destinato alla riforestazione del noto polmone verde.

Como Acqua ha dato avvio a questo progetto green con l’auspicio che possa determinare un coinvolgimento attivo dell’utenza. “Del resto – spiega l’ingegner Enrico Pezzoli, Presidente e AD di Como Acqua – abbiamo potuto avviare questo progetto proprio con quanto abbiamo risparmiato, in termini di stampa e postalizzazione delle bollette, grazie agli utenti che hanno deciso spontaneamente di aderire alla bollettazione elettronica”.

Comodità e velocità di ricezione, oltre che sicurezza di archiviazione sono solo alcuni dei vantaggi che il consumatore potrà assicurarsi aderendo a tale pratica. Se ciò non bastasse, è bene rimarcare che l’invio digitale evita poi stampa, imbustamento e postalizzazione con conseguente risparmio di carta, e abbattimento dell’inquinamento dovuto al trasporto e consegna.

Como Acqua – gestore unico del Servizio Idrico Integrato – non ha scelto un partner a caso, ma si è rivolto ad una realtà nota della Provincia di Como, il Parco Regionale della Spina Verde, niente affatto nuova a collaborazioni di questo genere, come chiarisce il suo Presidente, Giorgio Casati:

“Creare un vivaio non è un’azione che nasce per caso, rientra in una strategia che condividiamo per procedere con il progetto pluriennale della rinaturalizzazione dei boschi della Spina Verde. La parte forestale, il nostro tesoro, andrà così riqualificata. I nostri boschi sono in sofferenza, sia per i cambiamenti climatici, sia per altri fattori. In Como Acqua abbiamo trovato un partner sinceramente interessato a questo obiettivo ed a un progetto di grande respiro. Il vivaio di Cardano conterrà circa 5 mila piante. Con Como Acqua partiamo proprio da questo vivaio che farà crescere castani, frassini, noccioli, ontani ed altre essenze autoctone e di pregio che caratterizzano il nostro patrimonio forestale.”

La piaga dei cambiamenti climatici è un argomento estremamente attuale, così come la problematica della deforestazione selvaggia che colpisce il mondo. Non a caso infatti, nel corso dell’ultimo COP26 tenutosi a Glasgow, si è definito un accordo, stipulato da oltre 100 governi mondiali, per regolamentare questa pratica e che dovrà arrestare – con linee definite e chiare – il degrado del suolo da qui al 2030.

Nel quadro di questo accordo è stato esplicitato l’impegno a stanziare cifre notevoli che, tra il 2021 ed il 2025, mirino a tutelare le foreste.

LA RICORRENZA: il 21 novembre, ormai dal 2011, si festeggia la Giornata Nazionale degli Alberi per ricordare e ribadire il contributo fondamentale della flora alla vita; le piante non solo assorbono l’anidride carbonica e rilasciano l’ossigeno, ma sono alleati nella prevenzione del dissesto idrogeologico, proteggendo la biodiversità.

UN MOVIMENTO CHE METTE “RADICI”. Risale al 2018 un interessante censimento con il quale si è potuto documentare la situazione arborea italiana. Nel nostro Paese sono stati censiti circa 12 miliardi di alberi

Scopri il parco regionale Spina Verde: https://www.spinaverde.it/main/

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply