Copertina

é iniziata Ristrexpo

“Per Regione Lombardia Ristorexpo è una delle manifestazioni più importanti del settore Horeca.”

Con queste parole Alessandro Fermi Presidente del Consiglio di Regione Lombardia ha salutato l’inaugurazione della 24 edizione della rassegna dedicata ai professionisti del fuori casa.

Giovanni Ciceri ideatore di Ristorexpo ed Emilio Magni autore di “Pulenta e poeucc”

“Oggi parliamo di persone che si confrontano, investono creano: oggi parliamo di pace”, ha affermato Giovanni Ciceri l’ideatore della manifestazione, anticipando alcuni degli eventi in programma nella tre giorni erbese tra i quali il consiglio regionale di Fipe che, alla presenza del Presidente Lino Stoppani, vedrà la firma alla carta dei valori della ristorazione adottata anche dai cuochi lombardi.

Spazio agli incontri istituzionali Il presidente della camera di commercio Marco Galimberti, con Roberto Galli (Confartigianato) Stefano Chiavaroli (Atlasplan) e il direttore di Lariofiere Silvio Oldani

Il dinamismo radiofonico di Tinto e Federico Quaranta ancora una volta in “prestito” da Decanter, ha coordinato gli interventi d’apertura e condotto agilmente il primo confronto dedicato all’enogastronomia del conforto il tema della manifestazione.

“Quello del Conforto” hanno detto Giacomo Moioli e Andrea Petrini “è un concetto coerente all’identità, all’essere forti insieme. L’enogastronomia, ovvero l’ecosistema Horeca, deve adottare un “pensiero lungo”, fatto di previsioni future e progettualità pragmatica e da cui non deve essere esente il piacere ricavato dall’esperienza, fatto di accoglienza, professionali, gusto e attenzione”.

Un programma nutrito quello che verrà presentato nei tre giorni di manifestazione e oltre al campionato italiano dei giovani macellai, l’attenzione della prima giornata è stata calamitata dalla presenza di Teo Musso del Birrificio Baladin, il primo birrificio artigianale italiano.

Lo show cooking di Matteo Lento lo chef della birra

Provate voi a fare un still life con un bicchiere di birra ed un piatto da seduti senza un tavolo prima di criticare

“Quella della birra artigianale è una rivoluzione femminile, sono infatti le donne le persone che si sono avvicinate in modo più spontaneo alle nostre ricette.” Musso ha presentato al pubblico “Opera” una birra gastronomica nata da una miscelazione tra birra artigianale e aceto di birra artigianale, sulla base della quale Matteo Lento, lo chef della birra, ha realizzato un particolare risotto con Salamella, acqua di cavolo viola, polvere di cacao e, appunto, la Birra Opera di Baldin.

A conclusione della prima giornata i volontari che hanno prestato la loro opera presso l’hub vaccinale allestito a Lariofiere si sono ritrovati per ricevere i ringraziamenti e una posare per una foto ricordo.

Foto di gruppo con i volontari dell’Hub Vaccinale

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply