Erba

L’Eufemino va al Fatebenefratelli, ricordata anche Ketty Giampietri

“La riconoscenza è il tema dominante di questa giornata ed è la stessa ragion d’essere dell’Eufemino, in quanto strumento attraverso il quale Erba onora pubblicamente coloro che si sono distinti nella propria vita e nella propria attività e li individua come esempi positivi ai quali tendere, ai quali ispirarsi al fine di dare sempre il meglio di sé.

E’ tutto questo che sta alla base della scelta di attribuire l’Eufemino all’Ospedale Fatebenefratelli, scelta unanimemente ed entusiasticamente sostenuta da tutte le diverse componenti dell’Amministrazione Comunale”.

Così ha detto il Sindaco di Erba Veronica Airoldi consegnando l’Eufemino Fra Giampietro Luzzato, Superiore dell’Ospedale.

Attraverso il Sindaco la città ha voluto ringraziare con un apposito attestato di riconoscenza le tante persone, le associazioni cittadine, i Carabinieri e la Guardia di Finanza di stanza a Erba e la città gemellata di Fellbach per il lavoro svolto e gli aiuti dati nelle settimane più buie dell’emergenza sanitaria.

Ketty Giampietri

Particolarmente commuovente è stato il momento dedicato al ricordo di Ketty Giampietri volontaria della protezione civile, che nonostante la salute minata da una grave malattia non è venuta meno al suo impegno occupandosi per molte ore al giorno del centralino al quale arrivavano le numerose richieste d’aiuto. La figlia Ofelia ha ritirato una targa che l’Amministrazione comunale ha voluto dedicarle.

Il Sindaco di Erba Veronica Airoldi

Il Presidente di Ca’ Prina Alberto Rigamonti e la Senatrice Erica Rivolta

Giorgio Meroni, e la mascherina “da Fellbach”

Alcuni volontari della Protezione Civile

Il Dottor Brivio e la Dottoressa Tili. Anche le farmacie della città hanno ricevuto un attestato di riconoscenza.

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply