Redazionali Turismo

Nuovo Turismo: Make Como saper fare – far sapere

Make Como è un grande progetto territoriale di sviluppo culturale e turistico che rappresenta un momento di innovazione non solo per il territorio che coinvolge, la provincia comasca, ma tutta l’Italia. Era infatti dai tempi di Motor Valley, l’iniziativa di turismo d’impresa riguardante l’industria automobilistica e motociclistica dell’Emilia-Romagna nata nei primi anni 2000, che nel Belpaese non veniva intrapreso un progetto di turismo industriale su scala territoriale. Non interventi a macchia di leopardo, spesso slegati tra loro, come purtroppo abbiamo visto in molte parti d’Italia da quando si parla di patrimonio industriale, ma una visione d’insieme messa in opera e condivisa da enti e organizzazioni pubblici e privati che hanno istituito linee guida e degli obiettivi comuni in tutte le azioni del progetto.


I protagonisti di Make Como sono la Fondazione Lariofiere (capofila del progetto), Camera di Commercio di Como-Lecco, la Provincia di Como, la Fondazione Alessandro Volta, il Museo della Barca Lariana e 8 comuni: Cabiate, Erba, Gravedona ed Uniti, Lomazzo, Lurago d’Erba, Merone, Ponte Lambro, Ronago. Lo sforzo comune di questi soggetti ha permesso di vincere un finanziamento di circa 3 milioni di € di Fondazione Cariplo mirato a sostenere i cosiddetti Interventi Emblematici nella Provincia di Como. Ma con quali obiettivi?

Lo scopo principale di Make Como è quello di creare un’area museale diffusa sul territorio, incentrata sul passato, presente e futuro della manifattura artigianale e industriale.

Erba, Villa Candiani

I pilastri di questo museo diffuso sono 11 destinazioni che raccontano ognuna la relazione tra un determinato prodotto e il luogo di origine: il cemento e Merone, il miele e Ronago, il cotone e Ponte Lambro, la sedia e Cabiate e così via. Gli interventi consistono nella riqualificazione di aree ambientali ed edifici di interesse storico, realizzazione di nuovi poli museali e valorizzazione di realtà già esistenti. Per una visione comprensiva di tutto il progetto Make Como si rimanda al sito ufficiale www.makecomo.it
I lavori necessari per l’attuazione delle azioni sono in ottimo stato di avanzamento e i partner contano di concluderli entro la scadenza prevista dal finanziamento, ovvero dicembre 2022. In questi mesi verrà condotta un’intensa attività di comunicazione attraverso TV, internet e giornali per presentare al pubblico non solo locale, ma anche nazionale e internazionale i contenuti e le ambizioni di Make Como.

Pontelambro l’ex cotonificio

 

 

 

 

 

 

 

L’obiettivo è quello di inserire le attrazioni all’interno di reti e itinerari italiani ed europei dedicati al turismo industriale, come ERIH (European Route of Industrial Heritage). Il valore identitario del saper fare comasco è imprescindibile per comprendere la natura e la cultura di questo territorio ma è anche una risorsa importante da inserire nella già variegata offerta turistica locale e nazionale.

Per le foto: Cotonificio Somaini/Como Next, Comune di Lomazzo | Fondazione Museo Barca Lariana

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply