Copertina

Prima nevicata, mobilitati i trattori. A Bellano isolato un allevamento con 60 animali 

Prima nevicata, mobilitati i trattori. A Bellano isolato un allevamento con 60 animali

I trattori degli agricoltori sono stati allertati anche nelle due province di Como e Lecco per intervenire come spalaneve per pulire le strade e per la distribuzione del sale contro il pericolo del gelo. Lo rimarca la Coldiretti interprovinciale dopo l’ondata di maltempo del weekend segnata da temperature in picchiata con gelate e neve lungo tutto l’arco prealpino e alpino, mentre dall’Olgiatese al Triangolo Lariano i fiocchi sono scesi anche ad imbiancare le alture collinari.

I mezzi agricoli sono importanti – sottolinea la Coldiretti interprovinciale – per consentire la circolazione anche nelle aree più interne e difficili. La possibilità di utilizzare i trattori messi a disposizione dagli imprenditori delle campagne garantisce la viabilità e scongiura il rischio di isolamento delle abitazioni soprattutto nelle aree più impervie e dove l’improvviso cambiamento delle condizioni climatiche crea difficoltà alle aziende situate nelle aree rurali in montagna.

In particolare – spiega Coldiretti Como Lecco – in una frazione del comune di Bellano, in provincia di Lecco, a 1.100 metri di altitudine, quasi trenta centimetri di neve hanno isolato un allevamento a 1.100 metri di altitudine con oltre 60 animali tra mucche, capre e maiali ai quali è difficile garantire adesso le razioni alimentari.

“Ho allertato prima il comune e poi la comunità montana – spiega Valentina Meoli, titolare dell’azienda agricola Campofiasco –  ma aspetto ancora una risposta e intanto la neve si è ghiacciata. Non posso neppure salire in auto per lavorare i prodotti che vendo nel mio negozio a Taceno. Rischio perdite fino al 90 per cento, senza contare la vita degli animali”. Tra l’altro, nei giorni scorsi a Campofiasco sono nati 24 maialini e una delle manze è in attesa di partorire: “Se dovessi aver bisogno del veterinario non saprei come farlo arrivare”.

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply