Redazionali

La fase 3.

Responsabilità del datore di lavoro in caso di contagio del dipendente.
Responsabilità della struttura vacanziera in caso di contagio dell’ospite.
Queste sono alcune delle spinose questioni aperte su molte delle riaperture. Come si ha la certezza che un contagio sia avvenuto in un determinato luogo? Chi si prende la responsabilità di un contagio di un ospite o di un dipendente nella propria attività?
Quanta e quale responsabilità ha lo Stato allora sui contagi del nostro Paese? E ancora, a caccia di responsabilità, quanta responsabilità ha la Cina sui contagi nel mondo?
E quanta invece la responsabilità personale di chi si è contagiato per la propria poca precauzione? Insomma oggi il problema sembra di dover definire DI CHI E’ LA COLPA se uno prende il coronavirus? QUALCUNO DEVE PAGARE?
Se io ho un’attività, metto in atto tutte le regole richieste e nonostante ciò un mio dipendente si ammala, ho la responsabilità della sicurezza sul lavoro, vero, ma non ho il controllo sull’intera vita del mio dipendente. Io credo sia punibile e responsabile solo chi NON METTE IN ATTO tutte le precauzioni, ma anche qui, finché non ci sono regole precise (ed è impossibile valgano per ogni attività) non ci possono essere punizioni e responsabilità certe. Quindi lasciamo tutto al buonsenso?! Alla interpretazione libera delle norme?! La Fase 3 è già cominciata ed è: riapriamo tutto e laviamocene bene le mani.

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply