Erba

Si alza la cloche su RistorExpo 2021

Con la conferenza stampa di oggi si è alzato il velo che copriva le sorprese della fiera RistorExpo 2021. Una delle fiere più interessanti del calendario di Lariofiere, quest’anno più che mai. Autorità e addetti ai lavori concordi, nel presentare la manifestazione, nel dichiarare un atto di amore e di coraggio proporre la fiera ora, a inizio autunno, invece che nel suo periodo usuale, cioè primavera. Il perché è stato dichiarato: serve ripartire, ripartire subito e dare un segnale di presenza ad un settore che ha subito danni enormi durante questo periodo pandemico. E’ stata anche occasione di incontro tra operatori e rappresentanti di categoria i quali concordano inoltre nella necessità di un cambiamento, di una rete territoriale che collabori e che crei un forte valore gastronomico, turistico, economico, per una ristorazione nuova sostenibile e solidale.

La crisi ha messo alla prova realtà che, in base alla visione, al progetto di lunga durata o meno, hanno dovuto chiudere o sono rimaste in piedi e sono pronte a ripartire.  Il critico Giacomo Moioli, nel suo intervento ha parlato più volte di progettualità, questa sarà la sfida del settore nel prossimo futuro: progettualità e innovazione. Giovanni Ciceri, ideatore e curatore della manifestazione, ha invece sottolineato il senso del tema della fiera di quest’anno che è un nuovo umanesimo gastronomico: una attenzione nuova ai valori importanti dopo un periodo che ha evidenziato quali essi siano. Oltre al programma, (che più avanti vi proporremo a ‘rate’ per non farvi fare ‘indigestione’ di appuntamenti) sempre Ciceri ha sottolineato questa nuova attenzione a valori differenti ricordando che la sera prima dell’apertura, che sarà domenica 26 settembre, alcuni chef stellati lariani cucineranno e offriranno una cena agli operatori sanitari come segno di gratitudine per il lavoro svolto negli ultimi due anni. Gratitudine sembra essere un altro lietmotiv di questa manifestazione.

Una doverosa segnalazione finale la vogliamo fare alla Cascina Don Guanella di Valmadrera, che ha ospitato la conferenza stampa facendo scoprire una piccola perla realizzata grazie alla passione e al coraggio di Don Agostino. Per lasciarvi lo stesso stupore che abbiamo provato voi vi invitiamo a visitare questa cascina (magari il giovedì e il sabato mattina, quando sono aperti gli spazi di vendita dei loro prodotti: birra, vino, formaggi…)

Appuntamento a Lariofiere, dal 26 al 29 settembre.

#ristorexpo #lariofiere

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply